Aidonia, all’anagrafe Sheldon Aitana Lawrence, nasce il 6 Aprile 1981 da madre insegnante e padre ex-soldato. Originario dell’area di Red Hills Road, ha creato il suo nome d'arte unendo le prime due lettere del suo secondo nome Aitana con il soprannnome "Donia", che risale a quando da ragazzino giocava in una piccola squadra di calcio.

Frequenta prima la scuola elementare Mona Hights e a seguire la Meadowbrook High School, dalla quale purtroppo durante la sesta classe viene espulso per aver frequentato cattive compagnie.

E’ nel ‘94, però, che nasce la sua passione per la musica dopo aver guardato il video dell’edizione ‘93 dello Sting, quella con il famoso clash tra Bounty Killer e Beenie Man che gli fa decidere definitivamente di diventare un dj.

Si esibisce improvvisando imitazioni dei protagonisti del clash tra amici, molti dei quali ne riconoscono il talento già all’epoca. Inizia così a scrivere pezzi suoi e forma il gruppo JAG1 (Jah a Guide) o JOP (Jag One Production) con alcuni amici, con i quali viene spesso invitato nelle scuole o alle feste per esibirsi.

Dopo l’espulsione dalla scuola superiore, nel '97 si trasferisce negli Stati Uniti con il padre e inizia a lavorare con la compagnia di spedizioni postali FedEx. Resta lì per tre anni, durante i quali visita spesso la Giamaica e si esibisce in piccoli eventi dancehall a New York. Qui, durante una registrazione in studio incontra il dj Glamour Wayne che lo incoraggerà a tornare in patria per far decollare la sua carriera, suggerimento che il giovane Aidonia sceglierà di seguire per dare una svolta alla sua vita.

Fa quindi conoscenza con Mr. G (allora conosciuto come Goofy) e registra il suo primo singolo "Many A Dem" nell’Ottobre 2003 per l'etichetta Young Blood delo stesso Mr. G. Inizia poi a lavorare con Rod Pinnock della Orizon Entertainment e, all’inizio del 2004, diventa uno dei più famosi personaggi dell’evento settimanale "Battle Thursday", dove comincia a collezionare i primi successi e durante il quale inizia a lavorare sul suo talento per migliorare sempre di più.

Verso la fine del 2004, Aidonia viene avvicinato da Cordell 'Skatta' Burrell che gli propone di registrare nel suo studio. Due mesi dopo esce la sua prima vera hit, "Lolly", che non solo fu inclusa nel trentatreesimo volume della storica raccolta "Strictly The Best" prodotta dalla VP Records, ma diventò un vero e proprio inno dei party dell’isola (specialmente la versione mixata dai dj con "Candy Shop" di 50 Cent). Incide anche un altro pezzo di enorme successo, "Inna Di Ghetto", che viene immediatamente amato sia dai ragazzini dei quartieri più degradati che dai più adulti. Entrambi i singoli vengono suonati in continuazione sulle stazioni radio giamaicane, e lo stesso si può dire per i suoi video che gli portano ancora più successo e fama specialmente tra il pubblico femminile).

Tra il 2005 e il 2006 seguirono una serie di successi tra cui "Chicken Head", "Prayer", "Eagle", "Unknown Assailant" e "Kingfish Ah Come", ma la vera spinta arriva quando si unisce al collettivo Alliance, capitanato da Bounty Killer (realizza uno dei suoi più grandi sogni lavorando al suo fianco per registrare "Sen fi Dem"), grazie al quale registra "Ukku Bit" sul Dem Time Deh riddim.

In quegli anni si esibisce anche in numerosi show giamaicani come UWI e UTech, Chancellor Hall's Spectrum, Eclipse Pool Party, Lady Saw's Birthday Bash, Champions In Action, Spring Break di Negril, Fully Loaded, ATI 2006 e Sting 2005. Partecipa anche al Reggae Sunsplash e al Sumfest.

Tuttavia, Aidonia viene presto allontanato dall'Alliance a causa di uno screzio proprio con Bounty Killer, seguito al sostegno che "Didi" ha mostrato per Vybz Kartel nella faida con Mavado, ben espresso nelle liriche di "Addi Ah Mi Daddy". Nel 2008 passa quindi dall'Alliance al Portmore Empire di Kartel, dove comunque avrà vita breve ma riceverà gli stimoli necessari ad intraprendere il suo personale percorso.

Nel 2011 Aidonia ha iniziato a promuovere concretamente i membri della crew J.O.P Deablo, Shokryme, Jayds, Tanso, Size 10. Il gruppo ha sfornato un paio di buone collaborazioni tra cui "All 14" e "Run Road".

Nel 2013 Aidonia ha un figlio con la fidanzata Kimberly Megan, ma continua a lavorare duro nell'indistria musicale dando un impronta sempre più personale al suo inconfondibile stile.

Dopo aver sfornato un'altra serie di singoli di notevole impatto tra cui "Pon Di Cocky", "Boom Flick", "Tip Pon Yuh Toe" e "Tan Tuddy" che gli hanno garantito una visibilità sempre maggiore, nel 2015 pubblica "Project Sweat", un EP realizzato "fi di ladies" che contiene brani notevoli come "Pretty Please", "Tek Time", "U Alone", "No Boring Gyal" e "Gyal Position".

Possiamo tranquillamente affermare che Aidonia non pone limitazioni alla sua carriera, che è un’artista che lavora sodo e si impegna per spingersi sempre più in là dei suoi limiti.

Promette addirittura di voler portare la dancehall allo stesso livello mondiale al quale Bob Marley ha portato il reggae (nell'estate 2014 ha anche espresso il desiderio di sposare il rastafarianesimo, promettendo di non utilizzare più nei suoi testi messaggi di guerra e violenza).

Nei prossimi anni "1 Voice" (questo il suo ultimo soprannome, che ha preso il posto dell'iniziale "Lord Evil") si augura di produrre un album che possa essere acclamato a livello internazionale: ovviamente è ciò che ci auguriamo anche noi..!