Per anni il mondo della dancehall è stato dominato da voci per lo più maschili ed è sempre stato relativamente difficile, per le donne, affermarsi in questo business. Per competere c’è bisogno di stile, attitudine, testi significativi, abilità nel tenere il palco e, perchè no, una bella presenza. L'artista di cui parliamo oggi possiede indubbiamente tutte queste qualità mixate con la giusta dose di fiducia in se stessa e, allo stesso tempo, di umiltà. Stiamo parlando di Ce'cile..

Nata e cresciuta a Manchester nella contea di Middlesex (parte sud-occidentale della Giamaica), Cecile Claudine Charlton nasce il 24 Febbraio del 1976 e frequenta la Bishop Gibson High School.

Circondata da una famiglia di musicisti, Ce'cile incoraggiata dalla sorella inizia a cantare all’età di quindici anni e, dopo pochissimo, grazie a Ibo Cooper (membro del gruppo reggae Third World e amico del padre) incide il suo primo singolo "Beat Of My Heart".

Il suo stile abbraccia il reggae più classico che, caratterizzato dalla sua originale personalità, si evolverà a poco a poco in dancehall nel corso degli anni.

Nel 1995 Steven Ventura, proprietario della Celestial Sound Records, la nota e le propone, oltre che una serie di collaborazioni come vocalist e corista per vari artisti e gruppi, un'aiuto nella scrittura e nella produzione di brani con artisti come Jah Mason, Chrisinti, Spanner Banner e Norris Man.

Nonostante il suo grande impegno in questo ruolo, a Ce'cile non interessa restare una voce "di accompagnamento" per cui decide di impegnarsi nel migliorare e nel trovare i contatti giusti. Inizia così a lavorare per diversi produttori come Jeremy Harding della 2 Hard Records, Snowcone della Natural Bridge Records, Mark Hudson della Stone Cold Records e Christopher Birch della LongMan Records per citarne alcuni.

Ispirata dalle sonorità anni 80 di Anita Baker in "Sweet Love", riesce a fondere l'r'n'b e il pop con il reggae, ottenendo come risultato un variopinto mix che contribuirà a farla emergere in questo panorama.

Altro modello importante per Ce'cile è Lauryn Hill, che ammira non solo per le doti vocali, quanto per la coerenza umana e artistica nel rimanere se stessa e per la sua visione a trecentosessanta gradi della musica.

In questi anni si esibisce in moltissimi eventi dal vivo sia nazionali che internazionali come il Reggae Sunsplash e il live Cactus Night Club del 1998.

La fine del '99, invece, la vede protagonista di diversi live show in Canada, all'anfiteatro At&T di Miami, in Vermont per il Vermont Reggae Festival e in California per il Bob Marley Festival del 2003. Grazie a questi eventi ottiene una gran visibilità che fa aumentare nettamente il numero di fan in tutto il mondo.

Inizia ad aumentare anche il numero di show in terra natale, tanto che Beenie Man le chiede espressamente di fare da voce femminile nella parte originariamente interpretata da Mya per il remix di "Girls Dem Sugar", in occasione del BET Harlem Block Party che fu trasmesso in tutto il mondo.

Il 2000 fu un anno molto importante per l'artista, perchè segnò un ben distinto cambio di rotta e di concentrazione sulla sua carriera. Grazie a collaborazioni importanti per la Jamdown Records come "Silent River" con Nadz e Danny English, "Let’s Get It On" con Mega Banton e "Girls Fi Get Love" con Saba, Ce'cile inizia a guadagnarsi il successo internazionale. Presta la voce a parecchie cover, tra cui la popolarissima "If You Had My Love" di Jennifer Lopez sul famosissimo Latino riddim prodotto da King Of Kings.

Mossa strategica fu contribuire alla realizzazione di un video dove ci sono tutti i brani del riddim ("If You Had My Love" di Ce'cile e Saba, "Hanky Panky" di Heater Cummings, "A Wha Dis God" di Danny English con Egg Nog, "How U Fi Dis" di Zebra e "Crazy Look" di Capleton che ebbe un incredibile successo) mixati insieme.

In questo periodo così fiorente, l'artista trova l'ispirazione per la sua produzione sul Chiney Gyal riddim (King Of Kings Records, 2001), "Changez", un brano che spiega con ironia i motivi per cui lei non condivide l'idea di avere relazioni sessuali con altri artisti. Il pezzo diventa subito una hit in Giamaica (anche per l'innovativo tema trattato) per cui la comunità dancehall accolse con molta positività i risultati che stava raccogliendo questo astro nascente. Sullo stesso riddim troviamo tra gli altri anche "New Application" di Elephant Man, una sorta di risposta maschile a "Changes".

Il boom vero e proprio dell'artista arriva poco dopo con il singolo "Can You Do The Work" con Sean Paul. La traccia fu inclusa nell’album di Sean Paul "Dutty Rock" prodotto dalla Atlantic Records, che sbancò le vendite con oltre due milioni di copie vendute negli Stati Uniti e che vinse addirittura un Grammy.

Nel 2003 Ce'cile firma per la Delicious Vinyl Records, con la quale non riesce a far uscire un album ma registra vari singoli con altri artisti.

Nel 2005 lascia l'etichetta e parte in tour Europeo con i T.O.K. Il suo primo album arriva nel 2008 per la Kingston Records: fu il primo album nella storia della dancehall ad essere citato nell'edizione tedesca della rivista Playboy. Accanto all’articolo apparve anche una fotografia di Ce'cile (che posa completamente vestita), mossa pubblicitaria indovinatissima ai fini promozionali, anche se l'artista non diventò una playmate. Tra le varie hit dell'album, tre furono le featuring importanti: "Hot Like That" con la rapper Trina, "Gimme Some" con Beenie Man e "Dance With Me" con Smujji.

Nel 2009 esce il suo secondo album, "Waiting", dove collabora nuovamente con Beenie Man nel brano "So Fly", con Shaggy nel remix di "Waiting" e con Ding Dong in "Dance".

Il 2011 fu l'anno di "Jamaicanization", album ricco di nuove sonorità e ancora importanti featuring come Agent Sasco, Christopher Martin e Million Stylez.

Gli album dell'artista vendono bene soprattutto in Germania e in Giappone, e nel 2012 inizia una serie di importanti collaborazioni ai singoli di Sean Paul, Carl Henry, Mono & Nikitaman, DJ Fresh, Doctor P e D-Flame. Il brano "Gold Dust" con DJ Fresh arrivò in ventiquattresima posizione della classifica inglese dei singoli dell'anno, mentre il suo remix con la riedizione del dj e produttore Shy FX raggiunse la posizione numero ventidue della classifica inglese e la numero trentanove di quella irlandese. Tutte le versioni del singolo raggiunsero un totale di quattrocentomila copie vendute, ricevendo il disco d'oro.

Nel 2014 esce "Still Running (From Love)", quarto album dell'artista, per la SoBe Entertainment.

Nel Febbraio 2016 esce invece l'ultimo album, "Diary Of A Journey", un vero e proprio diario in musica dove l'artista confida agli ascoltatori le sue più intime sensazioni attraverso undici brani che mescolano insieme sonorità reggae, pop, dancehall e club.

Ce'cile cresce con forza e allo stesso tempo con una giusta dose di cautela. Osservandola salta subito all'occhio quanta ambizione ci sia in questa donna sensibile e passionale al tempo stesso, quanta profondità che esprime al meglio con il motto "Do unto others as u would have them do unto you" (comportati con gli altri come vorresti che loro si comportassero con te).

"Se riusciamo a vivere la vita su questa base, andrà sempre tutto bene" dice, e noi non possiamo far altro che essere d'accordo con lei.