Il daggering è una danza di coppia di origine Giamaicana, nata in tempi abbastanza recenti (indicativamente tra il 2008 e il 2009) con l’ondata della nuova era della dancehall. Molto simile ad altre danze caraibiche come il Grinding ed il Perreo, incorpora movimenti frenetici dove la donna, con la schiena piegata in avanti (bend ova), si muove a ritmo di musica sfiorando con il fondoschiena (booty) la zona genitale del ballerino. Si susseguono varie acrobazie dove un partner salta addosso all'altro simulando rapporti e posizioni sessuali a ritmo di musica.

La diffusione del daggering, sull'isola e non solo, è dovuta all'uscita di brani dancehall diventati delle vere e proprie hit, come “Ramping Shop” di Vybz Kartel con Spice, “Daggering” degli RDX, “Daggering” di Mr. Vegas e molte altre a seguire, accompagnate da video musicali che mostrano chiaramente questo tipo di movimenti.

C'è però da dire che il daggering non è per tutti. In Giamaica, da quando hanno iniziato a praticarlo durante le danz, negli ospedali sono triplicati gli incidenti, che per ironia della sorte spesso avvengono anche in camera da letto nel tentativo di riprodurre queste mosse.

Tutto ciò ha messo in cattiva luce questa danza, che ha iniziato ad essere criticata e vista dall'opinione pubblica non solo come un cattivo esempio per le nuove generazioni ma addirittura un disonore per l'immagine stessa della Giamaica.

Data la situazione, il governo Giamaicano ha preso una decisione senza precedenti: vietare in radio e tv canzoni e video con contenuti palesemente sessuali, anche nelle versioni "clean".

Uno degli episodi più eclatanti è accaduto nel giugno dello scorso anno (2015). Durante uno dei party più famosi in Giamaica, l'Up Town Monday a Kingston (territorio dove regna la dance crew dei Bermuda Squad, capitanati da Shelly Belly), il dancer Marvin, già noto per i suoi atteggiamenti poco rispettosi nei confronti delle donne durante il daggering, dopo anni di assenza a Kingston si è presentato al party.

Sembrava andare tutto bene, la gente si stava divertendo, Shelly Belly era intento a “daggerare” con due ragazze sul palco principale quando all'improvviso sale Marvin che, tirando a sè una delle ballerine vicine inizia a dare spettacolo "sfoggiando" il suo gesto dello strappo della maglietta. La situazione inizia a degenerare ed il ballerino ad essere troppo violento: sbatte al muro la ragazza, le si butta addosso aggressivamente ed inizia colpirla alla testa.

A quel punto inizia una violentissima sfida tra Marvin e Shelly Belly con diversi round fino a quello in cui Shelly Belly prende in braccio la coraggiosa Logo Logo (personaggio popolare delle dancehall), si avvicina al bordo della struttura e a colpi di daggering... saltano giù!!! Dopo un attimo di panico generale, basta poco per rendersi conto che fortunatamente ad aspettarli sotto c'erano tutti i membri della Bermuda Squad con un telone. Tra lo stupore e il sollievo, esultando per Shelly Belly che sembrava essere il vincitore, la dance riprende ma Marvin risale sullo stage.

Vista la pericolosità della situazione nessuna ragazza sembra voler più ballare con lui, quando all'improvviso la più impavida si fa avanti, lui la prende in braccio, prende la rincorsa e si getta sul tendone del bar, facendolo crollare su se stesso e ferendo la barista, che finisce addirittura in ospedale. Non contento di ciò, incurante delle condizioni della ragazza o di qualsiasi altra persona coinvolta, si alza in piedi sul bancone vantandosi del suo gesto e si allontana.

Dopo questo episodio Marvin si è scusato pubblicamente, ma ha continuato comunque a proporre questo tipo di esibizione non solo ai party ma anche agli showcase in giro per il mondo, destando scalpore e scandalo.

Dove finisce l'intrattenimento per il pubblico e inizia la violenza? Cosa ne pensano i giamaicani di questa evoluzione della loro danza? Ne abbiamo interpellati due, un uomo e una donna, per avere un punto di vista quanto più esaustivo possibile:

Per Dhq Tall Up (del Team Spice) il daggering è troppo esagerato e selvaggio e diverge dalla forma originale di intrattenimento. "Stanno spingendo la cosa ad un limite tale da rendere la dancehall squallida. La dancehall deve essere divertimento, non pericolo. In tutta sincerità, anche se non ho avuto esperienze dirette con queste esagerazioni, mi piaceva di pià com'era prima. Mi piacerebbe che avessero un pò più di accortezza con noi donne".

Della stessa opinione Craig Black Eagle: "Io quando ballo non faccio mai daggering, mi piace ballare con le donne ma in maniera più lenta e semplice. Le cose sfuggono di mano troppo facilmente, per cui non mi piace vedere dei ragazzi che si comportano così con le donne. Non perchè siano movimenti "spinti", semplicemente non riesco a vederla come una danza”.