Si teme che l'artista, vero nome Delmark Spence, si sia sparato. Poco prima della sua morte, infatti, avrebbe registrato un video in cui si puntava una pistola alla testa e che avrebbe inviato alla sua ragazza, rientrata a casa in fretta e furia nel tentativo di fermarlo.

I vicini hanno raccontato di aver visto la ragazza rientrare a casa verso le 19 di Martedi 21 Giugno, e di averla vista e sentita correre per la casa gridando “No! No! No!”. Hanno così immaginato che l'artista fosse già morto quando la ragazza è arrivata.

Altre due inquiline erano nella casa quando è avvenuto lo sparo. La casa di Delus si trova proprio di fronte ai Big Ship Studios di Freddie McGregor. Secondo un comunicato della Polizia, i residenti hanno sentito lo sparo intorno alle 19:05, e hanno avvertito le forze dell'ordine.

Il corpo dell'artista è stato trovato con un colpo alla testa, adagiato nella vasca da bagno.

Konshens è apparso davvero traumatizzato da quanto è successo, e mentre gli investigatori analizzavano la scena è rimasto seduto per terra, piangendo con la testa tra le mani. Attorno a lui la gente discuteva e provava a farsi una ragione di ciò che era appena accaduto.

Tarrus Riley e Jah Vinci sono stati tra i primi a giungere sul posto per dare il proprio supporto.

Un membro della famiglia è stato sentito parlare al telefono del video che Delus sembra aver registrato e inviato alla ragazza poco prima della sua scomparsa.

Delus, che coi suoi 35 anni era il fratello maggiore del più famoso Konshens, si era fatto conoscere nel 2005 grazie al singolo "Pon Di Corner", inciso proprio assieme al fratello con lo pseudonimo Sojah.

Dopo aver deciso di intraprendere le carriere da solisti, Delus e Konshens hanno poi preso strade separate e Delus si è fatto conoscere con brani come "What Tomorrow May Bring", "Another Gal" e "She Is Happy". Da segnalare anche l'EP "Public Relations", pubblicato lo scorso anno dalla Subkonshus, l'etichetta "di famiglia".

R.I.P.